Riconoscimento di figli naturali

Il riconoscimento di figlio naturale (nato da persone non coniugate tra loro) è l'atto formale mediante il quale chi lo effettua si dichiara genitore del figlio che con detto atto riconosce. Non può essere fatto dai genitori che non abbiano compiuto il sedicesimo anno di età.

  • Il riconoscimento posteriore alla nascita può essere effettuato innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile o al giudice tutelare o in un atto pubblico o in un testamento dal genitore che intende riconoscere il figlio previo assenso del genitore che per primo ha riconosciuto il figlio stesso qualora quest’ultimo non abbia compiuto i sedici anni d’età.
  • Nell'ipotesi di figlio ultrasedicenne il riconoscimento non produce effetto senza l'assenso di quest'ultimo (art. 250 c.c.).
  • Nell'ipotesi che il riconoscimento avvenga innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile necessita contattare l'Ufficio dello Stato Civile.
  • Il riconoscimento può essere effettuato nei confronti di un figlio nascituro sia congiuntamente da entrambi i genitori oppure, in tempi diversi, prima dalla madre e poi dal padre con il consenso di quest’ultima. Detto riconoscimento può essere effettuato innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile, al giudice tutelare o in un atto pubblico o in un testamento (art. 254 c.c.). Se si desidera rendere la dichiarazione innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile contattare l'Ufficio denunce di nascita.